Diagnosi Energetiche

DIAGNOSI ENERGETICHE – CEI UNI EN 16247

 

La SEAC in qualità di ESCO, si occupa di redigere diagnosi energetiche in conformità agli standard internazionali tramite il proprio staff interno diretto dal responsabile EGE (Esperto in gestione dell’Energia) certificato secondo lo standard UNI CEI 11339.

Di seguito tutti gli step eseguiti dalla società per la redazione di una diagnosi energetica secondo la norma UNI EN 16247 :

le attività prevedono un’incontro preliminare con il cliente, per:

– concordare con il committente obiettivi, bisogni e aspettative della DE

– concordare con il cliente le modalità di accesso al sistema energetico, le norme di sicurezza, le risorse e i dati che sarà necessario fornire e l’eventuale presenza di dati riservati o confidenziali

– ottenere dal cliente informazioni adeguatamente dettagliate sulle caratteristiche degli oggetti di diagnosi, su eventi passati che hanno influenzato i consumi, eventuali funzionamenti non tipici e/o manutenzioni in concomitata della DE, eventuali particolari vincoli per misurazioni speciali

– concordare con il committente un programma di massima dei sopralluoghi

– richiedere al committente informazioni relative a dati storici relativi ai consumi energetici, fattori di aggiustamento, misurazioni di interesse correlate, conduzione e manutenzione, documenti di progetto, di funzionamento, di mantenimento

– richiedere prezzi e costi correnti e previsti, o prezzi e costi di riferimento da usare per garantire riservatezza commerciale.

– eventuali altri dati economici rilevanti

– predisporre l’accesso libero ed in sicurezza a tutti gli impianti che devono essere ispezionati

– procedere alla nomina di una o più persone che facciano da guida e assistenza ai referenti aziendali durante l’attività in campo

– avere accesso a disegni, manuali ed altra documentazione tecnica significativa degli impianti oggetto di DE.

 

Attività in campo

L’azienda ispeziona il sistema energetico, identifica le modalità operative, i comportamenti degli utenti e la loro influenza sui consumi e sull’efficienza. Si effettuano misure e rilievi necessari alla DE.

 

Analisi

Il REDE (Responsanile della DE) esamina in dettaglio l’insieme dei dati e informazioni raccolte e individua opportunità di miglioramento dell’efficienza energetica.

Il REDE ricava dai dati e dalle informazioni raccolte:

– un bilancio ed un diagramma dei flussi energetici suddivisi per utilizzo e per modalità di approvvigionamento

– relazioni fra i consumi ed i fattori che influenzano le variazioni

– Indicatori di prestazione energetica effettivi e di riferimento

– evidenza di qualsiasi cambiamento delle prestazioni occorso nel tempo

– diagramma temporale della domanda di energia

– determinazione e quantificazione dei potenziali risparmi energetici compatibili con gli obiettivi della diagnosi

–  confronto tra le possibili soluzioni di risparmio energetico in termini di costi e consumi energetici

– possibili interazioni tra azioni multiple di risparmio energetico

   

Procedura di dettaglio della DE

 schema-de

 

– Il REDE, dai consumi storici e dall’analisi del processo, ricava gli indici di prestazione energetica effettivo e operativo. Nel caso non siano indici confrontabili tra loro, va a modificare l’analisi del processo e a ripetere l’elaborazione dei dati acquisiti fino a raggiungere indici inconfrontabili.

– Una volta che i due indici cono confrontabili, il REDE li mette a confronto con l’indice di prestazione energetica obiettivo, definito con il committente.

– nel caso siano confrontabili anche questi ultimi, la diagnosi arriva al termine. In caso contrario il REDE provvede a individuare le azioni di miglioramento possibili,, ad analizzarne i vantaggi ed i costi, a evidenziare la priorità.

– nel caso tali interventi portano ad un indice operativo/effettivo e ad un indice obiettivo confrontabili, la diagnosi arriva al termine. Altrimenti si individuano ulteriori azioni di miglioramento.

 

Rapporto di DE

Il REDE redige il rapporto di DE, che contiene:

documento di sintesi: lista delle raccomandazioni e opportunità di risparmio energetico con la stima della loro fattibilità; programma di attuazione delle raccomandazioni proposte

contesto: informazioni generali sul committente e sulla metodologia di DE; contesto della DE; descrizioni dei sistemi oggetto della DE; norme tecniche e legislazioni pertinenti; personale impiegato nella DE

– Diagnosi Energetica- : descrizione della DE; scopo e livello di dettaglio, tempi di esecuzione e limiti di indagine; informazione sulla raccolta dati; strumentazione di misura; indicazione di quali dati siano stati utilizzati; elenco dei fattori di aggiustamento e dei dati di riferimento utilizzati; analisi dei consumi energetici; criteri per l’ordinamento delle raccomandazioni per la riduzione dei consumi energetici.

Raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica: azioni di risparmio energetico proposte, raccomandazioni, piano e programma di implementazione; ipotesi assunte durante il calcolo dei risparmi e loro impatto sull’0accuratezza delle raccomandazioni; quantificare gli investimenti necessari e i tempi di ritorno dell’investimento; potenziali interazioni tra le raccomandazioni proposte.

Proposta di un piano di misure e verifiche per accertare i risparmi energetici conseguiti dopo l’implementazione delle raccomandazioni

– Conclusioni

 

Presentazione al Committente

Il REDE consegna il rapporto di DE al cliente.

Il REDE presenta i risultati in maniera da agevolare il processo decisionale del committente.

Il REDE risponde a tutte le richieste di chiarimento.

 

 CONTROLLI

 Il REDE verifica che misure e rilievi siano effettuati in maniera affidabile e in condizioni che sono rappresentative delle ordinarie condizioni di esercizio e (se rilevante) in condizioni ambientali corrette.

– Il REDE, nel presentare i risultati, verifica che la DE risponda ai requisiti previsti.

 Il REDE, nel presentare i risultati, verifica che la qualità del rapporto di DE sia commisurata alle competenze tecniche del committente.

– Il REDE verifica che le raccomandazioni siano state redatte i accordo all’appendice A della UNI CEI/TR 11428-2011.

 

AZIONI A SEGUITO DEI CONTROLL

Se misure e rilievi non rispettano il controllo , il REDE elabora indicazioni volte a correggere la situazione.

Se la DE non supera il controllo , il REDE individua e corregge le cause della non rispondenza ai requisiti previsti.

Se il rapporto di DE non supera il controllo , il REDE provvede a modificare il livello di qualità del rapporto di DE per commisurarlo alle competenze del committente.

Se le raccomandazioni non sono state redatte in accordo con la norma, il REDE provvede a correggere le discrepanze con la stessa.

 

ARCHIVIAZIONI E REGISTRAZIONI

La SEAC rls archivia tutti i documenti relativi alla DE per tutta la durata del contratto in cui è compresa o prevista la DE.

Nel caso di contratti di solo svolgimento di DE; la SEAC archivia tutti i documenti ad essa relativi per cinque anni.

 

Ultimi articoli

Seac&Partners

Sede Legale
via S.Cuccia, 1 - 90144 Palermo (PA) ITALY

Sede Operativa e Centro Servizi
via S. Cuccia , 1 - 90145 Palermo (PA) ITALY

Sede SARDEGNA
Via Volturno - 09121 Cagliari (CA)

Sede Distaccata 1
via Camiolo 38 - 94010 Enna (EN) ITALY

Sede Amministrativa
C.le Giacchino, 9 - 92020 San Giovanni Gemini (AG)

Telefono sede Palermo
+39.091.25.23.600

Telefono sede Cagliari
+39.070.79.67.934

Fax
+39.0922.90.99.71

E-mail e Sito Web
info@seacpartners.it - www.seacpartners.it

Partita IVA
06547540820

Privacy Policy
Consulta

Dove siamo